Home page Servizi Progetti Chi siamo Stampa Contatti Linkedin Twitter English Home Back

La crisi economica ha accelerato gli “svantaggi competitivi” dovuti a bassa produttività o competitività, proiettandoci verso un mercato globale in cui nessuna singola Impresa né sistema produttivo
(r&s, università, poli tecnologici, associazioni o reti d’imprese, interi settori o territori) potrà competere o crescere senza un Ciclo Innovativo integrato e performante !
- i.e. comprendente ricerca, innovazione, tecnologia, proprietà intellettuali e loro valorizzazione economica.

Il 2011 ha consacrato con transazioni miliardarie* i fattori oggi al vertice delle STRATEGIE AZIENDALI : A) Distinzione ed Unicità/Esclusività (= priorità assoluta ai vantaggi competitivi)

B) Rinforzo Patrimoniale e Cash-Flows (= più valori di bilancio e monetizzazioni)

La Proprietà Intellettuale inserita nelle strategie tecnologiche è il miglior strumento d’impresa per ottenere i risultati A+B a condizioni di “rischio/ritorno ” ineguagliabili con qualsiasi altra strategia o investimento !

Di seguito alcuni cambiamenti avvenuti l’anno scorso, a conferma della crescente “centralità” della PI :

Negli USA :
a) I Brevetti sono divenuti il “driver” delle operazioni di M&A dell’industria di punta, con transazioni per decine di MLD che sono state concluse solo per acquisire o aumentare i vantaggi competitivi derivanti dal possedere asset brevettuali (PI).
b) Gli Investimenti aziendali (corporate) in società tecnologiche hanno superato quelli finanziari (i fondi VC+PE)
c) Nuovi Strumenti basati sulla PI oggi coprono l’intera due diligence di asset tecnologici, rendendo la PI “centrale” per l’avvio di strategie produttive o per l’ottenimento di finanziamenti o capitale.

Carriere FAQ Privacy